Blog

La Scuola (Casa della Nerina)

La Scuola che prende il nome di Casa della Nerina (nome di una vecchia maestra) era classificata come Scuola Diurna Provvisoria per poi passare a Scuola Rurale “Opera Balilla” nel 1934, quando l’ordinamento era totalmente ispirato da un inquadramento fascista il cui motto era “libro e moschetto”. La Scuola era frequentata dai bambini provenienti dalle famiglie mezzadrili della fattoria di Gargonza; inoltre vi erano i figli degli operai e del personale come il guardia, il falegname, il fabbro. Dalla Cronaca della Scuola in una lettera del 19 dicembre 1938 XVII: “ la prima nevicata ha spaventato i miei alunni.

Oggi dei 39 alunni che frequentano la scuola ne avevo solo 10 presenti. Non posso certo rimproverare molto questi ragazzi perché la maggior parte di essi per venire a scuola devono camminare delle ore e percorrere delle strade dove il vento si fa sentire. Con tutto il suo impeto….”.