Blog

La Piazza, La Torre ed il Pozzo

Dalla Piazza centrale del Borgo possiamo ammirare i tre monumenti principali di Gargonza, che ci ricordano il suo passato: il Portale Senese, la Torre Medioevale, la Pieve dei SS. Tiburzio e Susanna.
Il portale Senese ci ricorda che Gargonza nel 1381 venne venduta dagli Ubertini – famiglia Aretina che possedeva Gargonza fin dal 1285- per 4000 fiorini d’oro alla Repubblica di Siena.  

Nel 1385 Gargonza passò sotto il dominio Fiorentino e diventò un “Comunello” indipendente con il proprio Statuto. Il “parlamento” era nella Pieve dei SS. Tiburzio e Susanna. Tuttavia, nel 1427 la Repubblica Fiorentina impose il “Catasto” su Gargonza ed i suoi territori e nel 1433 punì Gargonza insieme ad altri Castelli ribelli distruggendo le mura;  solo la Torre, la Chiesa ed il Portale furono risparmiati.

Nel corso del XIX° Secolo la Torre subì un’importante ristrutturazione ad opera del Marchese Francesco Antonio Corsi Salviati che aggiunse i merli sopra la struttura originaria ed aprì delle finestre in corrispondenza dei vari piani della Torre. Appose poi una lapide in memoria dello zio Tommaso Corsi Salviati, dal quale aveva ricevuto in eredità il Borgo, ma anche in memoria del restauro effettuato e terminato nel 1838.

Il Pozzo in realtà è una cisterna che raccoglie ancora oggi le acque piovane per annaffiare i giardini dentro il Borgo.

Nei primi anni del ‘900 anche l’edificio centrale della Piazza, dove oggi si trova la reception, ha subito delle modifiche quali il rifacimento degli archi in pietra e la rimozione di una scala esterna di accesso. Nel 1937 la Villa padronale fu oggetto di un ampio restauro e di un intonacatura completa. Davanti alla reception potrete vedere l’ingresso della Villa e lo stemma di Santa Maria della Scala in memoria del dominio della Repubblica Senese.