Blog

Gargonzini: Aldo Micheli, muratore a Gargonza dal 1960

Non possiamo farvi vedere foto di ospiti che arrivano, prelibatezze che escono dalla cucina, tavole apparecchiate ma questo ci da una grande occasione per raccontarvi le storie della nostra Gargonza che ci sono utili in questi momenti particolari per ritrovare lo stesso entusiasmo di allora.

Oggi vi parliamo di Aldo Micheli, muratore a Gargonza dal 1960. Aldo è stata la persona che più di tutti ha reso tangibile il progetto di restauro del borgo.

Roberto Guicciardini nel suo libro “Il borgo castellano di Gargonza” (edizioni Edifir Firenze) diceva:

“nel lavoro di restauro non prescindere dalla collaborazione della manodopera e professionalità locali per tecniche specifiche, uso di materiali coevi e soprattutto sensibilità nel rispetto del valori del luogo. Si deve molto alla fatica ed intelligenza di Aldo se le antiche pietre del borgo sono state così bene risollevate; aveva nel suo mestiere la vocazione a immaginare le opere senza un disegno esecutivo, ma decidendo in corso d’opera. Era veramente appassionato a questa arte del murare e, come scrisse uno dei suoi figli, Leonardo, ringraziandomi per avergli inviato una pubblicazione su Gargonza:

Dalla Lettera di Leonardo Micheli del 18 febbraio 2004

 “Leggendo questo suo lavoro ho trovato lo stesso entusiasmo, lo stesso orgoglio, e in definitiva, lo stesso amore che era nelle parole del babbo quando la sera, a casa, ci raccontava dei restauri fatti al Frantoio, alle Cave, alla Niccolina: ecco perché avete potuto lavorare alla rinascita di Gargonza tutta una vita!”

Un ricordo speciale va ad Aldo che quest’anno avrebbe compiuto 100 anni.